NORMATIVA SUI VEICOLI FUORI USO

La Normativa sui veicoli fuori uso (End of Life Vehicle) è entrata in vigore in Italia con l'emanazione del Decreto Legislativo n. 209 del 14 giugno 2003 quale recepimento della Direttiva Europea (2000/53/EC).di pari oggetto.
Essa prevede che tutte le case costruttrici e gli importatori di veicoli nuovi ritirino i veicoli fuori uso dagli stessi immessi sul mercato garantendo un trattamento rispettoso dell’ambiente e, insieme con gli altri operatori economici del settore, rispettino gli obiettivi di riciclaggio e recupero dell’85% in peso entro il 2006 e del 95% in peso entro il 2015.

Suzuki Italia ha istituito una rete di Centri di Raccolta convenzionati
Il ritiro dei veicoli fuori uso deve essere gratuito nei confronti del detentore o possessore del mezzo e si applica a tutti i veicoli per il trasporto di passeggeri dotati al massimo di nove posti, per un peso totale ammesso di 3,5t.
Fino al 1 gennaio 2007 il ritiro gratuito si applicherà soltanto ai veicoli immatricolati dopo il 1 luglio 2002. Successivamente a tale data il ritiro gratuito si applicherà su tutti i veicoli.

Il Decreto definisce le ulteriori condizioni di idoneità del veicolo al ritiro gratuito:
- I veicoli devono essere consegnati presso un impianto per il ritiro gratuito indicato dalla casa costruttrice.
- Il veicolo deve essere completo, ovvero contenere gli elementi essenziali: motore, trasmissione, carrozzeria, centraline elettroniche e catalizzatore.
- Il veicolo non deve contenere alcun tipo di rifiuto aggiunto.

Suzuki Italia ha in atto la formazione di una rete di Centri di Raccolta adeguata al territorio ed al proprio parco circolante. Presso tali Centri Suzuki Italia garantisce il ritiro gratuito in linea con i requisiti posti dal Decreto summenzionato.

RESPONSABILITÀ AMBIENTALE
La responsabilità ambientale costituisce una parte importante della filosofia aziendale di Suzuki. Suzuki, infatti, si adopera incessantemente per inserire la tutela dell’ambiente ai vertici degli obiettivi aziendali. Attraverso i processi Suzuki ha fissato obiettivi e target di miglioramento, comprensivi del monitoraggio dei progressi compiuti. Suzuki punta ora a produrre auto nel modo più sicuro ed ecologico possibile.

PROCESSO DI BONIFICA
Quando un veicolo fuori uso viene consegnato presso un centro di raccolta Suzuki, esso subisce un trattamento professionale di bonifica, che comprende le seguenti operazioni:
-Svuotamento di tutti i liquidi
-Rimozione della batteria e degli pneumatici
-Neutralizzazione dei sistemi air bag
Ogni parte commerciabile che viene rimossa potrà essere messa in vendita, ad eccezione dei dispositivi di sicurezza contenenti materiale pirotecnico (air bag, pretensionatore cinture di sicurezza, ecc.). L’ulteriore trattamento del veicolo avverrà presso l’impianto di frantumazione, dove, grazie alle tecnologie di separazione dei materiali, verranno recuperati separatamente i metalli atti al riciclo nella produzione di acciaio e ferro ed i metalli non ferrosi. Il materiale rimanente, noto come residuo da frantumazione, potrà essere trattato presso altri impianti di separazione con tecnologie più sofisticate, al fine di recuperare eventuali ulteriori residui metallici e non metallici non precedentemente individuati. I rimanenti residui potranno essere ulteriormente selezionati ed usati per un certo numero di applicazioni. Vetro e minerali recuperati, ad esempio, potranno essere utilizzati come inerti per la costruzione di strade e manti stradali. Soltanto al completamento di tali processi il residuo rimanente sarà inviato in discarica.

› Scarica la Normativa sui veicoli fuori uso

› Scarica l'elenco dei demolitori auto in formato .pdf
PROVA la tua SUZUKI CHIEDI un PREVENTIVO

Cosa stai cercando?